Sostienici

News

 

Note di allora

Nel 1883 risulta fondata la “società cantori di Lavis” alla quale il Comune concesse un contributo per l’acquisto di un armonium. La voglia di musica riemerge nel 1902 con il coro “Orfeo” sorto dopo l’arrivo del nuovo parroco don Simone Riz: risulta che detto coro proponesse un repertorio ricco e variegato, anche operistico, riscontrando grande successo in borgata e in tutto il Trentino.  

Dopo la seconda guerra mondiale, nel 1947, nasce il coro “Scarpon”, diretto da Italo Varner; memorabile il concerto di canti della montagna tenuto a Roma agli inizi degli anni Cinquanta, registrato dalla Rai e trasmesso su tutto il territorio nazionale. L’emozione del canto si arricchisce con la nascita, nel 1955, della corale “Santa Cecilia” diretta da Silvio Casagrande. 

 

 

Note in corale

Il 1973 è l'anno di fondazione della “Corale Polifonica” nata quale logica continuazione dell’impegno della corale “S. Cecilia” che poco prima aveva smesso l'attività. Casuale promotore della nuova iniziativa fu il parroco don Luigi Zadra, che non voleva rassegnarsi all'idea che un'importante festività come quella dell’8 settembre, dedicata alla Natività di Maria (festa votiva a Lavis), risultasse priva delle voci solenni di un coro. Per questo sollecitò lo stimato prof. Camillo Dorigatti affinché raccogliesse un gruppo di cantori per risolvere il delicato problema. La proposta fu accolta con entusiasmo: in poco tempo il maestro riuscì a radunare una ventina di appassionati. 

Grazie all'adesione di altre voci (per un totale di oltre una trentina di unità), il coro avviò una vera e propria attività concertistica esibendosi il 26 dicembre 1973 nel primo concerto di Natale. L’iscrizione alla Federazione dei cori del Trentino offrì alla corale altre occasioni per farsi conoscere ed apprezzare su tutto il territorio provinciale. Appuntamenti fissi divennero due eventi natalizi, la S. Messa di mezzanotte alla stazione delle Ferrovie a Trento ed il concerto del 26 dicembre a Lavis. Dopo un breve periodo di difficoltà, la formazione riuscì ad attestarsi su un importante organico (40 coristi). Iniziarono così anche le trasferte all'estero: a Durach, Kempten e Obersdorf in Germania ed a Zugg e Lucerna in Svizzera. L’entusiasmo e l’impegno portarono ottimi frutti tanto che, per i festeggiamenti dei 10 anni di attività, la Corale riuscì ad organizzare importanti concerti con la partecipazione dell’orchestra Haydn e di altre formazioni corali di livello provenienti da diversi centri della provincia.

L'improvvisa e prematura scomparsa del maestro Dorigatti (3 aprile 1987), interruppe momentaneamente ogni attività. La ripresa avvenne grazie all'impegno di uno dei coristi, il prof. Sergio Calzà, diplomato in oboe, che occupò il podio del compianto maestro. Egli ne continuò l’opera, impedendo in tal modo che il coro si sciogliesse e lavorò con passione ampliando il repertorio e preparando il gruppo per molti concerti, per un'altra trasferta in Germania e per le celebrazioni del 20° anniversario di fondazione nell'anno 1993.

Altro cambio di direzione avvenne nel 1997. Al prof. Calzà  subentrò la prof.ssa Caterina Centofante; la giovane maestra, ancora freschissima degli studi di conservatorio, accompagnò il gruppo verso un'ulteriore crescita, anche proponendo nuove tipologie d’esibizione come nel caso della partecipazione, nel 1998, a “Pergine Spettacolo Aperto” dove la Corale partecipò alla rappresentazione  dei “Catulli Carmina” di Carl Orff. Quel periodo rimane un ricordo ancora vivo in tutti i coristi. Dal 1999 al 2018 la direzione viene affidata a Mariano Ognibeni facendo distinguere la corale per repertori importanti e traguardi soddisfacenti.

Nel 2018 la Corale Polifonica unisce le proprie forze con i giovani che parteciparono alla sezione giovanile, ora il coro è pronto per nuove avventure musicali con una nuova formazione comprendendo il cambio di direzione con il maestro Luca Pernice; diplomato in pianoforte presso il Conservatorio di musica A.Casella de L’Aquila, si è formato in direzione di coro con J.Jurgens, P.Caraba,T.Marier, R.Kart. Ha diretto varie formazioni corali ed effettuato concerti per diverse istituzioni musicali italiane. Ha partecipato a concorsi nazionali ed internazionali aggiudicandosi vari premi. Si occupa di coralità giovanile nelle scuole e insegna pianoforte presso i Minipolifonici di Trento. 

Note sul podio

Con la direzione del maestro Mariano Ognibeni, diplomato in pianoforte la Corale è stata protagonista di fortunate partecipazioni a numerosi concorsi nazionali ed internazionali e di importanti progetti musicali talvolta in collaborazione con altre formazioni corali. In occasione del 30° anniversario la Corale ha eseguito, accompagnata da organo, archi e fiati, l’inedita “Messa di Santa Cecilia” composta dal maestro Camillo Moser. Nel 2004 e 2005 la corale ha partecipato al 5° Concorso Nazionale di cori nella città di Biella e al 40° Concorso Nazionale Corale città di Vittorio Veneto, classificandosi in entrambe le occasioni al terzo posto nella categoria di canto popolare per cori misti.

Nel 2006 il coro ha preso parte al 24° Concorso Nazionale Corale di Proquartiano (Lodi) presentando un repertorio sacro ed ottenendo con orgoglio il riconoscimento della "fascia d’argento". La soddisfazione, come pure l’impegno di tutti, raggiunse davvero l’apice nell'ottobre del 2007, quando la Corale Polifonica di Lavis cantò sul palco del 21° Concorso Internazionale di “Praga Cantat”. Il risultato fu a dir poco lusinghiero; per quell'esibizione, infatti la Corale si aggiudicò la fascia d’oro per l’eccellente prestazione, il primo premio della categoria (con il massimo punteggio) ed il premio speciale della giuria per la scelta del miglior repertorio. 

Nel 2008 la Corale ha partecipato al Concorso Corale Nazionale Lago Maggiore di Stresa dove ha vinto il premio speciale per la miglior esecuzione del brano popolare. L'anno successivo ha partecipato al Concorso Corale Nazionale di Azzano Decimo. Le attività proseguono ricca di collaborazioni ed eventi importanti fino a raggiungere un importante traguardo.

Note in concerto 

Anche grazie a questo emozionante bagaglio di soddisfacenti esperienze la Corale, negli anni più recenti, è stata in grado di proporre positivamente importanti progetti musicali come: la Messa in Re maggiore Opera 86 di Antonin Dvorak, un vasto programma di brani del Romanticismo Tedesco, il Requiem op. 48 di G. Faurè (con orchestra), lo Stabat Mater e la Messa di Rheinberger (a doppio coro), La Carmina Burana alle feste Vigiliane, la Santa Croce si C. Moser, uno spettacolo molto toccante con musiche e  parole nel 100° anniversario della Prima Guerra Mondiale e il Requiem in do minore di L. Cherubini (con cori e orchestra).

Attualmente il coro può vantare la conoscenza di un vasto repertorio di composizioni vocali e rappresentativo dei più importanti periodi storici musicali. La Corale Polifonica di Lavis prosegue la sua attività sempre aperta a nuovi stimoli o collaborazioni esterne e pronta ad  accogliere con favore chiunque, amante della musica corale, ne volesse far parte.

 

 

 

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information